Le infrastrutture vengono prima del Paesaggio?

  • 3 luglio 2015
  • 547 visualizzazioni

Stamattina sono stata alla Soprintendenza Regionale per i beni culturali e paesaggistici per un doppio accesso agli atti che sto seguendo insieme agli attivisti del m5s capaci ed isola.

Si tratta di due interventi pubblici infrastrutturali uno dei quali molto presente a tutta la provincia Palermitana per i disagi ma anche per le assurdità paesaggistiche cui i cittadini stanno assistendo nel corso della sua costruzione:

1) il passante ferroviario che prevede un raddoppio del binario tra Puntaraisi e Palermo e tra Palermo e Cefalù. Ebbene in merito a questa infrastruttura classificabile come “grande opera” avente un iter autorizzativi cominciato nel lontano 1987 ad oggi gli uffici della soprintendenza SEMBRA che non siano stati in grado di fornire un titolo autorizzativo (o non ostativo) ne parziale ne complessivo uscito dagli uffici di cui sopra!

2) Il secondo accesso riguarda il “miglioramento” della strada provinciale 3-bis per Torretta (PA) che arriva a Bellolampo alla base della quale la settimana scorsa è stato abbattuto un filare con caratteri monumentali di cipressi e il cui cantiere sembra ricadere parzialmente anche su un importante bene confiscato alla Mafia, l’ex Cava Sensale (per cui insieme al comitato locale “Pizzo Muletta EcoParco di Capaci” ho sposato la causa della realizzazione di un grande parco  territoriale intercomunale). Sembra che il “miglioramento” della S.P. 3 bis minacci altri alberi secolari (tra cui olivi e mandorli)  ricadenti sul bene confiscato alla mafia oltre ad una cappella votiva (intitolata a S. Maria del Ponte) che sembra si trovi in pieno tracciato stradale. Per completezza di informazione aggiungo che già venerdì scorso mi ero recata presso la caserma dei carabinieri di capaci a denunciare l’abbattimento di questi alberi a grosso fusto senza che vi fosse alcuna segnaletica o cartellonista che avvisasse la cittadinanza sulle motivazioni che hanno determinato questo illogico atto contro la natura.

Anche su questa opera nessuna notizia hanno saputo darmi i suddetti uffici, a questo punto aspetto con ansia (entro 30 gg) i documenti ed aspetto anche di incontrare il Soprintendente che “di certo” saprà darmi opportune chiarificazioni in merito ai due progetti.

Se guardate nella mappa google potete vedere in corrispondenza del puntatore il cantiere (poco a nord il deposito dei materiali del cantiere con terre e rocce da scavo che non presentano alcun elemento di limitazione della dispersione delle polveri) dove sono stati abbattuti i cipressi.

IMG_1106

Articoli

Più letti

Mi occupo di...

Menu