L’italia è ancora fanalino di coda sui rifiuti!

  • 14 luglio 2015
  • 621 visualizzazioni

Oggi sono state pubblicate le mie tre ultime (in ordine di tempo) interrogazioni sul tema dei rifiuti. Gli atti di sindacato ispettivo chiamano in causa il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti.

Il primo riguarda il Piano Rifiuti della Sicilia: visto che in data 28 maggio 2015 lo stesso Ministro ha firmato un decreto attraverso il quale ha espresso parere favorevole (con prescrizioni) al citato Piano, la domanda che ho posto a Galletti è se questo atto abbia persuaso la Commissione europea ad archiviare l’indagine denominata Caso EU PILOT 6582/ENVI;

La seconda interrogazione riguarda le discariche abusive e la condanna alla Corte di Giustizia europea che, fino ad oggi, è costata ai cittadini 40 milioni di euro. Questa problematica che ho seguito molto da vicino – finanche attraverso la presentazione di un esposto alla Corte dei Conti – è ancora lontano dall’essere risolta. Proprio per questo ho presentato un nuovo sindacato ispettivo per chiedere, tra le altre cose, al Ministro a quanto ammonti la penalità semestrale che – secondo quanto stabilito sia dai criteri di calcolo previsti nella sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione europea in merito alla Causa C-196/13 sia dai documenti trasmessi dal nostro Paese alla Commissione europea – l’Italia dovrà pagare;

La terza interrogazione riguarda sempre le discariche ma si parla di un’altra contestazione, sempre della Commissione europea, riguardante la violazione dell’articolo 14 della direttiva 1999/31/CE che ha portato l’apertura della procedura di infrazione 2011_2215. Visto che questo atto è arrivato in fase di Parere Motivato, e quindi rischiamo il deferimento alla Corte di Giustizia dell’Unione europea, ho chiesto al Ministro sia quali iniziative intende avviare affinché le contestazioni della CE vengano superate sia quali siano i comuni e le località dove sono ubicate le discariche oggetto della procedura di infrazione 2011_2215;

Loro non molleranno mai, noi neppure!

Articoli

Più letti

Mi occupo di...

Menu