IItalcementi di Isola delle Femmine: Gli interventi non riducono le emissioni ma solo i costi per l’azienda. Chiederemo l’accesso agli atti

  • 4 maggio 2017
  • 894 visualizzazioni

Venerdi 28 Aprile ho preso parte alla Conferenza dei Servizi riguardante l’Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) dello stabilimento Italcementi di Isola delle Femmine. I grandi assenti sono stati i sindaci dei comuni limitrofi a Isola (Carini, Capaci, Torretta e Palermo), nonostante fosse loro interesse essere presenti per tutelare la salute dei cittadini, in quanto  le correnti e i venti dirottano spesso  le emissioni inquinanti e le polveri sul loro territorio, in particolare verso Capaci e Torretta. Altro assente ingiustificato è stata l’A.S.P., alla quale spetterebbe il compito di valutare gli aspetti sanitari.

Tra il sindaco di Isola delle Femmine e le rappresentanze associative del territorio ci sono stati diverbi dai toni accesi e poco consoni, ai quali assistere non è stato piacevole. L’impresa, con il cambio di proprietà (Italcementi è stata acquistata dal gruppo tedesco HoldbergCement), non ha fatto rilevare alcun progresso, sia per quanto riguarda la trasparenza, che dal punto di vista delle emissioni inquinanti. La proprietà ha infatti apportato nell’arco di questi 4 anni delle integrazioni al progetto che né io né il sindaco abbiamo potuto visionare (si tratta di atti che al sindaco dovrebbero essere stati inviati di diritto).

Durante la riunione l’A.r.p.a. ha poi puntualmente criticato l’efficacia delle innovazioni tecnologiche che l’impresa ha messo in campo in questi 4 anni (con una spesa dichiarata di 2,5 mln di euro), poiché questi investimenti, anziché ottenere miglioramenti nella riduzione delle emissioni, sembrerebbero semplicemente avere l’effetto di una riduzione dei costi energetici, a vantaggio esclusivo dell’impresa.

La conferenza si è conclusa con una richiesta all’impresa che, entro 10 giorni, deve rendere pubblico l’elenco degli elaborati che sono oggetto di A.I.A., alla luce degli aggiornamenti apportati ed integrati in questi anni.  Io farò richiesta di accesso agli atti il 10 maggio, anche per quanto riguarda le altre osservazioni, successive al 2015, prodotte dai vari soggetti coinvolti.

La nuova Conferenza dei Servizi (decisoria, nel caso in cui tutti i pareri degli organi competenti saranno pervenuti) è fissata per il 25 maggio.

Articoli

Più letti

Mi occupo di...

Menu